Il principe delle pagode

è una fiaba che narra dell’imperatore del Medio Oriente e delle sue due figlie: Bella Rosa e Bella Spina. La principessa cattiva Bella Spina scaccia dal regno la sorella Bella Rosa che nel suo viaggio attraverso l’aria, il fuoco e l’acqua incontra nel regno delle Pagode la Salamandra verde che aiuta a riprendere le fattezze di un bel principe. Il principe delle Pagode ricambia il favore ed aiuta la principessa Bella Rosa ed il padre imprigionato a riconquistare il regno.

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto musica Roberto Gallina

 

Cell. 329 48 10 951

per.corsimusica@gmail.com

Il principe delle pagode

Musiche di B.Britten

La nostra versione di questa complicatissima storia

 

 

Alla corte di un imperatore, un nano avido di potere e un matto di corte fondamen­talmente buono sono in contrasto fra loro. Stanno preparando il salone delle udienze per accogliere i pretendenti alla mano della principessa Belle Rose; unica figlia della coppia reale. È stato infatti emanato un bando per individuarne il futuro sposo ed erede al trono.

 

Il generale di corte e il nano consumano anche in questo un’antica rivalità presentando due diverse liste di invitati.

 

Si presentano alcuni individui, più o meno ricchi, più o meno stravaganti, ai quali viene presentata solo l’immagine della promessa sposa.

Nessuno di loro però viene preso in considerazione, con soddisfazione del matto che , unico amico della principessa, non approva, a modo suo, questa operazione di valenza esclusivamente politica.

 

Sarà per merito o per bontà della principessa , fatto sta che alcuni maghi si interessano alla stessa come ad una possibile salvatrice di un lontano principe stregato, che è , come nella migliore tradizione fiabesca, in attesa di un bacio liberatorio.

L’imperatrice e l’Imperatore desiderano per la figlia il miglior partito possibile; per questo motivo, quando si fanno avanti i re dei quattro paesi confinan­ti non esitano a presentare loro la principessa di persona.

 

La fanciulla, posta senza consenso dinnanzi a quattro sconosciuti, rimane frastornata e impaurita, soprattutto a causa dell’arroganza dei quattro e delle loro manifeste caratteristiche: falsità, stregoneria, avidità e violenza. Con prepotenza i re si dichiarano alla principessa, ma nel frattempo vengono attratti nella rete del nano che li vuole alleati per conquistare il trono.

 

Dopo aver inutilmente pregato i genitori di lasciarle vivere la vita che avrebbe volu­to, la principessa chiede un momento per poter riflettere sulla difficile decisione. Improvvisamente però per Belle Rose si spalancano le porte del sogno; le appare un giovane gentile, che le offre fiori e le parla di paesi lontani e bellissimi. Quando l'incanto svanisce, la principessa si ritrova i fiori in mano, come se tutto quel sogno fosse stato reale. Nonostante le violente insistenze, sotto forma di vere e proprie aggressioni da parte dei quattro re, Belle Rose ha deciso: non rinuncerà al suo sogno e farà dì tutto affinché esso si avveri.

 

Squillano trombe lontane, e la principessa viene presa in consegna dai quattro maghi che la aiu­teranno, a sua insaputa, ad affrontare un viaggio verso i suoi desideri.

 

Grazie ai rispettivi maghi, Belle Rose attraversa ad uno a uno mondi diversi e incan­tati, dai quali riceve doni magici. Eccola volare oltre le cime dei monti, nel cielo, fra nuvole e stelle birichine, che le regalano un mantello di nebbia; poi sprofondare negli abissi del mare, dove le viene confezionata una preziosa collana di perle; ed infine nelle fauci di un vulcano, fra fumo e fiamme, dove il Mago del Fuoco nella sua poderosa fucina, forgia una corona per lei.

 

Ma è solo oltre, dal vuoto e dal nulla che appare il fantastico mondo che le aveva mostrato il principe: il Paese delle Pagode.

 

Il Mago d'Oriente la benda e ordinandole di non scoprirsi mai gli occhi, le presenta un personaggio in veste di salamandra che non desidera essere visto ma che ha i modi e i gesti gentili principe del sogno. Sull'onda della curiosità e dell'emozione Belle Rose contravviene al coman­do del mago e tenta di togliersi la benda. Fra stupore e sgomento colui che le sembrava il principe sognato scappa e si nasconde.

 

Attrazione e paura si alternano nel cuori dei due protagonisti: il momen­to è magico

 

Ma l'incantesimo viene spezzato dall'arrivo del Matto che, dopo aver seguito insistentemente la principessa attraverso i mondi magici, cerca di riportarla a corte prevedendo uno pessimo evolversi della situazione.

 

Nel viaggio di ritorno la principessa incontra tre mendicanti cui generosamente offre i suoi averi, decisamente inutili per la realizzazione dei suoi sogni.

 

Arrivata a corte, viene bruscamente riportata alla realtà e nuovamente minacciata dal nano, che si è impadronito del potere con l’aiuto dei quattro re malvagi, e che si propone ora direttamente come sposo ed erede al trono.

 

Belle Rose riceve un ultimo aiuto dai maghi, che avendo prima testato la sua generosità in veste di mendicanti, ora sconfiggono i perfidi re .

Ma ancora l’inganno del nano ritorna a dominare l’Imperatore, la consorte ed il generale, e sarà proprio quella strana creatura in forma di salamandra, ad intervenire con il suo assurdo mondo al seguito, a risolvere la situazione e a far fuggire il nano.

 

La salamandra viene riconosciuta dalla principessa ed accettata al di là dell’apparenza , ed il principe , liberato ottiene non il regno , ma l’amore della principessa.

 

Ma il vero artefice dell'intrigo, il malvagio nano? Contro dì lui, immagine di una cruda e cattiva realtà, magia e sogno non possono nulla. Chi o che cosa riuscirà a sconfig­gerlo?

 

 

Leggi tutto

RAPPRESENTAZIONI NELLE SCUOLE

A/S

SCUOLA OSPITE

 

CLASSI INTERESSATE

1989/1990

Scuola Montessori via Arosio

Classi aperte in verticale

1999/2000

Scuola Montessori via Arosio

Classi aperte in verticale

2001/2002

Scuola di via Scrosati

Quarte

2004/2005

Scuola di via Vespri Siciliani

Quinte

2004/2005

Scuola di via Scrosati

Quinte

2007/2008

Scuola Montessori via Arosio

Classi aperte in verticale

2007/2008

Scuola di via Vespri Siciliani

Quarte

2016/2017

 Scuola Montessori via Arosio

 Due terze, una quarta e una quinta